News

News (33)

Wednesday, 17 January 2018 19:26

Corso BLSD Autorizzato Regione Calabria

Written by

Perché partecipare ai nostri corsi? 
Perché usiamo Manichini Laerdal con sistema QCPR: Il nostro Sistema di Feedback permette una misurazione oggettiva dei parametri della RCP; una misurazione oggettiva consente di fare valutazioni obiettive. I risultati vengono registrati e memorizzati per il confronto e il monitoraggio dello sviluppo delle competenze di RCP nel tempo;
Per la qualità del materiale didattico: I nostri manuali sono scritti da SALVAMENTO AGENCY che è una società controllata dal consiglio direttivo della Società Nazionale di Salvamento – Società Medico Scientifica affiliata FISM Federazione Italiana delle Società Medico Scientifiche riconosciuta dal Ministero della Salute, e nasce come spinn-off della stessa per sviluppare un mercato in ambito formazione, progettazione ed erogazione di servizi formativi che spaziano del primo soccorso, alla sicurezza in generale, all’ambiente e ad altri settori strategici, e si rivolge sia al mondo Laico (soccorritore occasionale) che professionale e sanitario; Perché la Blu Corporation è Ente formativo accreditato in Regione Calabria e rilascia autorizzazione a defibrillare;
Perché nei suoi corsi ci mette passione e professionalità;
Perché offre tutti questi servizi ad un costo in conformità alle linee guida regionali;
PERCHE' SE TROVI A MENO CHIEDITI IL PERCHE’? 
E' OBBLIGATORIA ISCRIZIONE ANTICIPATA MAX 20 ISCRITTI.

Per Info: scriva a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  o visita il sito www.blucorporation.it o trovaci sulla pagina Facebook della BluCorporation

Wednesday, 17 January 2018 19:20

Assemblea annuale dei Soci

Written by
Saturday, 19 August 2017 09:03

Corso Operatore BLSD Reggio Calabria

Written by

Corso BLSD con rilascio autorizzazione a defibrillare Regione C.

Costo del corso € 40,00 più Iva

Il corso prevede la formazione adulto, pediatrico, lattante...

Possibilità di corsi anche presso le vostre strutture previo accordo..

Per informazioni o ulteriori chiarimenti contatte o scrivete a:

cell. 3393997431, e-mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  

Wednesday, 31 May 2017 17:24

Corso Bagnino Di Salvataggio

Written by

Perchè diventare “Bagnino di Salvataggio”?

I Bagnini di Salvataggio possono fare molto per la sicurezza degli altri, non solo dal punto di vista professionale, ma anche di aiuto concreto e di solidarietà, vivendo un’esperienza unica, di apertura verso il prossimo.

I giovani, attraverso i corsi della S.N.S., sviluppano la loro crescita personale creandosi una mentalità di approccio attivo nel volontariato di Protezione Civile, maturando il senso di responsabilità nei confronti dell’ambiente, acquisendo il senso della cittadinanza solidale e attiva.

Insegnamo molto di più di un mestiere!

Il brevetto di Bagnino di Salvataggio è valutato “titolo professionale di merito” per:

– L’arruolamento volontario nella Marina Militare (DM 01/09/2004, art. 8)

– L’attribuzione del credito formativo agli esami di Stato della Scuola Secondaria di 2° grado (DPR 23/07/1998 n. 323 art. 12 e DM n. 49 del 24/02/2000)

– L’impiego dei militari delle FF.AA. in compiti connessi al brevetto, la cui trascrizione matricolare è autorizzata dal Ministero della Difesa.

Il brevetto di Bagnino di Salvataggio è riconosciuto titolo equipollente alla “prova di nuoto e voga” necessaria per il rilascio del Libretto di Navigazione – iscrizione nelle matricole della “gente di mare” (dp. Prot. n.° 4135556 del 17/06/1998 Min. dei Trasporti e della Navigazione – Direzione Generale del Lavoro Marittimo e Portuale).

Il brevetto di Bagnino di Salvataggio può essere trascritto nei fogli matricolari del personale militare dell’Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e per il personale della Polizia di Stato

Requisiti per l’iscrizione al corso di “Bagnino di Salvataggio”

Per iscriversi al corso di “Bagnino di Salvataggio” presso una delle nostre Sezioni Territoriali è necessario:

– essere socio della Società Nazionale di Salvamento;

– essere in possesso di capacità natatorie;

– essere in idonee condizioni psicofisiche;

– avere un’età compresa tra i 16 e i 55 anni;

– essere cittadino italiano, dell’Unione Europea, o essere in possesso di permesso di soggiorno se cittadino extra UE.

L’iscrizione al corso di “Bagnino di Salvataggio”

Per ottenere l’abilitazione professionale è necessario:

– essere socio della Società Nazionale di Salvamento;

– iscriversi e frequentare il corso di formazione professionale;

– essere ammessi all’esame finale;

 

– superare con esito positivo l’esame di abilitazione finale.

Friday, 10 February 2017 09:35

Invito assemblea Soci

Written by
Tuesday, 07 February 2017 14:49

Regolamento degli esami Bagnino di Salvataggio

Written by

La Commissione Esaminatrice per gli esami di “Bagnino di Salvataggio”

Come da Circolare Prot. n° 23054 del 10/03/2010 del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, modificata dalla Circolare Prot. n.° 059/int. del 31/03/2010, avente per oggetto “Esami per il rilascio dei brevetti di abilitazione al servizio di salvamento – Procedure e composizione della commissione”, la Commissione Esaminatrice è composta da:

1) un Ufficiale del Corpo delle Capitanerie di Porto, di grado non inferiore a Tenente di Vascello, con funzioni di Presidente;
2) un rappresentante della Società Nazionale di Salvamento presso la quale il corso si è svolto;
3) un Medico in possesso dei requisiti previsti dalla succitata Circolare n.° 059/int. del 31/03/2010;
4) un Sottoufficiale del Corpo delle Capitanerie di Porto, di grado non inferiore a Capo di 3^ classe, con funzioni di Segretario.

La Commissione Esaminatrice per gli esami di “Bagnino di Salvataggio per Piscina” è composta da:

a) il Presidente Nazionale, o un delegato della Presidenza SNS, con funzioni di Presidente;
b) un Istruttore nelle Arti Marinaresche per il Salvataggio – I.A.MA.S.;
c) un Medico;
d) un Segretario.

Il regolamento degli esami

Prove d’esame

PROVE PRATICHE SALVATAGGIO A NUOTO:
– 25 m. rana subacquea (se la prova viene eseguita in piscina)
– sommozzare e ripescare un oggetto di 3-4 Kg su fondali di 4-5 metri (se la prova viene effettuata in mare)
– 25 m. stile libero
– 25 m. rana
– 25 m. dorso
– 25 m. stile libero testa alta, immersione e recupero pericolante sul fondo
– 25 m. trasporto pericolante e recupero sul bordo vasca
Le prove devono essere sostenute in un tempo massimo di 8 minuti.

PROVE DI VOGA:
Il candidato dovrà dimostrare di saper governare con perizia una imbarcazione a remi (moscone, battello) ed in particolare dovrà dimostrare:
– di conoscere l’azione della voga
– di saper attraccare alla banchina
– di saper evitare un ostacolo
– di saper affrontare le onde sia di prua che di poppa
– di saper eseguire in modo rapido e corretto un salvataggio

PROVE PRATICHE NODI:
Il candidato dovrà sapere eseguire velocemente e correttamente i seguenti nodi, sapendone indicare anche le funzioni:
– nodo semplice
– nodo savoia
– gassa d’amante semplice
– nodo bandiera semplice
– nodo margherita
– nodo stroppo
– nodo parlato semplice e giuncato

PRIMO SOCCORSO:
– Il candidato dovrà saper effettuare una valutazione circa il tipo di intervento da effettuare all’asfittico e dimostrare di essere in grado di effettuare correttamente tutte le manovre, anche preliminari, necessarie per praticare la respirazione artificiale col metodo bocca a bocca e di sapere effettuare il massaggio cardiaco esterno anche con l’uso del pallone Ambu.

PARTE TEORICA:
– nozioni elementari di Meteorologia: venti, aspetti e forza del mare
– nozioni elementari di legislazione: Ordinanza balneare delle Capitanerie di Porto
– trattamento dell’acqua in piscina
– il primo soccorso anche ai subacquei
– salvataggio in acqua – tecniche di intervento, di avvicinamento e di trasporto del pericolante
– nozioni di anatomofisiologia – apparato cardio-respiratorio
– apnea, sincope, annegamento
– il primo soccorso negli incidenti più comuni
– lesioni da animali marini comuni

 

Genova, dicembre 2016 – La Società Nazionale di Salvamento organizza corsi per “Istruttore di Nuoto” e “Allenatore tecnico di nuoto e nuoto per salvamento” riservati a tutti gli Istruttori nelle Arti Marinaresche per il Salvataggio (I.A.MA.S.) ed agli aspiranti I.A.MA.S, come da calendario di seguito pubblicato.
Nelle sedi dei corsi saranno comunicate le date dei relativi esami.
La prima giornata del corso è riservata agli istruttori I.A.MA.S. che non abbiano ancora il brevetto di Istruttore di Nuoto. La seconda e terza giornata sono dedicate al corso per “Allenatore tecnico di nuoto e nuoto per salvamento”.
Alcune lezioni si svolgeranno in piscina, pertanto i partecipanti dovranno portare con sé l’attrezzatura necessaria.

Iscrizioni: al fine di predisporre la logistica, gli Istruttori I.A.MA.S. dovranno compilare la scheda di iscrizione ed inviarla all’indirizzo mail seguente: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  , almeno una settimana prima dell’inizio del corso.

Documentazione richiesta per l’Esame (da consegnare al responsabile del corso)
– domanda di ammissione (da compilare in loco);

– fotocopia brevetto di Istruttore di Nuoto;
– copia del versamento di € 60,00 effettuato sul c.c.p. n.° 521161 intestato a S.N.S. – Genova, causale: “iscrizione corso Istruttori di Nuoto / luogo”;
– copia del versamento di € 60,00 effettuato sul c.c.p. n.° 521161 intestato a S.N.S. – Genova, causale: “iscrizione corso Allenatore tecnico di nuoto e nuoto per salvamento / luogo “;
– due fotografie formato tessera.

Calendario Corsi per Istruttore di Nuoto e per Allenatore tecnico di nuoto e nuoto per salvamento

1: Toscana 1
Forte dei Marmi (LU) 2 – 3 – 4 Dicembre
Responsabile organizzazione: Gian Luca Genovali,  cell. 347 7838721
Il giorno 2 – venerdì  (istruttore di nuoto): Viale Europa 7, Darsena, Viareggio, dalle ore 9,30
giorno 3 – sabato (allenatore): Villa Bertelli, Forte dei Marmi,  via Mazzini 200, dalle ore 9,30
Docente responsabile:  Dario Giorgio Pezzini,  cell. 338 4299090

2: Sicilia
Termini Imerese (PA) 2 – 3 – 4 Dicembre 2016

c/o  Piscina Olimpia, sita in contrada Chianche, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo, docente responsabile: Andrea Immesi, cell. 337 967588

3: Emilia Romagna 1
Modena (MO) 16 -17 -18 Dicembre
c/o  sede sezione Modena, Viale Gramsci 347, Modena, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo: Fabio Dotti, cell. 339 8527501
Docente responsabile: Dario Giorgio Pezzini, cell. 338 4299090

4: Lazio 1
Acilia (Roma)  10 -11 Dicembre

(solo allenatori)
c/o Centro sportivo Le Cupole, via Gino Bianchi n 1/ piazza Rodolfo Villani, Acilia, dalle ore 9,30
Responsabile  organizzativo: Massimo Pedetta, tel. 06 52362072
Docente responsabile: Luciano Masci, cell. 328 6194250

5: Puglia Molise
Severo (FG) 9 – 10 – 11 Dicembre
c/o sezione S. Severo, via Nicola Passero 85, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo: Alberto Tricarico, cell. 320 0975141
Docente responsabile: Marino Scioscia, cell. 338 4060059; Marco Manzollino, cell. 347 7759413

6. Puglia- Basilicata
Matera (MT) 2-3-4 Dicembre

c/o Piscina comunale Palasassi, viale delle nazioni Unite, Matera, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo, docente responsabile: Gian Franco de Mola, cell. 329 9608500

7: Liguria
Genova (GE) 10 -11 Dicembre
(solo allenatori)

c/o  Sede Nazionale SNS, Via Luccoli 24/4 Genova, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo, docente responsabile: Roberto Giansanti, cell. 338 9662621

8: Marche
Grottammare (AP) 16-17-18 Dicembre

c/o  Grottammare Piscine,via della Rinascita 39, Grottammare, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo, docente responsabile: Gian Luigi Marinangeli, cell. 329 8997747

9: Puglia
Morciano di Leuca (LE) 16 – 17 – 18 Dicembre
c/o sez. Torre Vado – Capo di Leuca, via XXV Aprile 20, Morciano di Leuca,  dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo: Marcello Ferrari, cell. 335 5846092
Docente responsabile: Emanuele Esentato, cell. 328 4811785

10: Campania
Agropoli (SA) 16 -17 – 18 Dicembre
c/o Piscina Elysium, via Alento, Agropoli, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo, docente responsabile: Nicola de Stefano, cell. 347 0372415

11: Veneto – Friuli Venezia Giulia
Aviano (PN) 16 -17 – 18 Dicembre
c/o Piscina di Aviano, via Ermes di Colleredo, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo, docente responsabile: Marco Trotti, cell. 327 0378005

12:  Calabria
Villa San Giovanni (RC) 20 – 21 – 22 Gennaio 2017

c/o Piscina  Il corallo, via Matteo Messina 11, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo: Francesco Marcellino, cell. 339 3997431
Docente responsabile: Dario Giorgio Pezzini, cell. 338 429 9090

13: Abruzzo
Tortoreto (TE)  20 – 21- 22 Gennaio 2017
c/o sez. Tortoreto , via Lungomare sirena 582, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo. Domenico Surace, cell. 347 9123011
Docente responsabile: Leonardo Alivernini, cell. 347 9332053

 14: Piemonte
Alessandria (AL) 13 – 14 – 15 Gennaio 2017

c/o Sez. Alessandria, via Casal Cermelli
Responsabile organizzativo: Giuliano Lumachi, cell. 347 2387164
Docente responsabile: Nicola De Stefano, cell. 347 0372415

15: Lombardia
Omobono Terme (BG) 20 -21 -22 Gennaio E’ STATO RINVIATO AL 10-11-12 Febbraio
c/o Piscina Cittadella dello sport, Centro Valle Imagna, via Elia Frosio, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo, docente responsabile: Roberto Zanotti, cell. 335 6205830

16: Sardegna
Cagliari (CA) 13 -14 – 15 Gennaio

c/o piscina Rari nantes, viale Colombo 137, Cagliari, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo: Tonio Rosso, cell. 339 1324930
Docente  responsabile: Dario Giorgio Pezzini, cell. 338 429 9090

17: Toscana 2
Arezzo (AR) 13 -14 – 15 Gennaio
 E’ RINVIATO A DATA DA DESTINARSI
c/o Palazzetto del nuoto, viale Gramsci 7 (accanto allo stadio), dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo: Marco Magara, cell. 347 4249641
Responsabile docente:  Marco Magara, cell. 347 4249641Barbara Tamantini cell. 388 1741547

18: Emilia Romagna 2
Cesena (FC) 27 – 28 – 29 Gennaio 2017

c/o piscina Via Ravennate n. 4220 Ronta di Cesena, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo: Piero Delvecchio, cell. 347 4191521
Docente responsabile: Dario Giorgio Pezzini, cell. 338 429 9090

19: Lazio 2
Roma (RM) 13 – 14- 15 Gennaio 2017
c/o Piscina Starlight  Via Portuense 719, Roma, dalle ore 9,30
responsabile organizzativo: Marco Gigante, cell. 333 2570495
docente responsabile: Antonello Bentivegna, cell. 347 7582369

20: Veneto 2
Bussolengo (VR) 27 – 28 – 29 Gennaio 2016

c/o Centro Sport Village di Bussolengo (Verona), Via del lavoro 107, dalle ore 9,30
Responsabile organizzativo,  docente responsabile: Andrea Campara, cell. 348 8863530

21: Campania 2
Capaccio (SA) 14- 15 Gennaio 2017
(solo allenatori)
c/o  Sez. Capaccio-Paestum, Via Magna Graecia 250, dalle ore 9,30
responsabile organizzativo: Elio Mottola, cell. 380 3017001 

docente responsabile: Massimo Zanichelli, cell. 335 6008498

Dal 2011 ad oggi, fortunatamente,  si è sempre più diffusa la presenza dei DAE, tuttavia andrebbe precisato ciò che rende obbligatorio la presenza e la formazione del personale addestrato e ciò che invece sarebbe da richiamare ad una prassi di buon senso civile!!!

L’effettiva dotazione del dispositivo DAE, ovvero il Defibrillatore semiAutomatico Esterno, risale al Decreto Ministeriale del 18 marzo 2011 in cui si dispongono le modalità di diffusione dei defibrillatori automatici esterni e la formazione anche al personale laico, all’uso del DAE. Inoltre in esso si delega alle Regioni il compito di agire sul proprio territorio e si consiglia vivamente di prendere misure di sicurezza per i luoghi e le strutture ad alta frequentazione.

Tuttavia la presenza dei Il defibrillatore semiautomatico (spesso abbreviato con DAE, defibrillatore automatico esterno, o AED, automated external defibrillator)  tocca anche altri aspetti della vita pubblica; esempio e soprattutto nei cinema, nelle piazze, nelle scuole, nei teatri, sui mezzi pubblici, e non solo…

Queste realtà  locali si vengono ad aggiungere alle strutture che per normativa nazionale avevano già l’obbligo di dotazione DAE, ovvero:

1)     Strutture sanitarie (ambulatori) e territoriali (studi medici, ambulatori dentistici, ecc.)

2)     Ambulanze deputate alle funzioni di trasporto sanitario e trasporto sanitario semplice;

3)     Strutture operanti nel sistema di emergenza sanitario extra ospedaliero;

4)      Servizi delle strutture sanitarie e socio-sanitarie, pubbliche e private, accreditate o autorizzate;

5)     Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Corpo Forestale, Capitanerie di Porto, Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, ecc;

Resta il fatto che il buon senso infatti, vorrebbe che oltre a quei luoghi indicati dalla norma, i defibrillatori dovrebbero esserci, anche e soprattutto, in tutti quei luoghi dove si ha logisticamente difficoltà ad essere raggiunti dall’unità mobile del 118; condomini o grandi complessi condominiali, periferie cittadine, centri storici o zone ad alto traffico.

Qui , solo la presenza di un Defibrillatore in loco può garantire un celerità di intervento ne primo 5’ o 10’ dall’accaduto, tempo questo indispensabile per avere delle buone probabilità di successo per un BLS D e  quindi di sopravvivenza della malcapitato.

Ma riprendendo quanto disposto dalle norme in merito, al riguardo bisogna fare riferimento

all’ormai discusso Decreto Balduzzi;

Nella data del 24 aprile 2013 infatti, è stato emesso il Decreto Balduzzi con cui sono state definite le linee guida per la dotazione di DAE/AED, da parte di società sportive professionistiche e dilettantistiche, definendo chi e quali ambiti sportivi è obbligatorio.

( si ricordi che il decreto è stato prorogato sino al Luglio 2017)

 

Resta comunque il fatto che come già detto in precedenza, il buon senso vorrebbe che laddove ci sarebbe un cuore li ci dovrebbe essere un DAE… Oggi fortunatamente il prezzo dei DAE eè come quelle di un PC… 

Monday, 02 January 2017 15:17

Bagnino Di Salvataggio 2017

Written by

Il BAGNINO DI SALVATAGGIO oggi è visto sempre più come un

professionista della sicurezza nei luoghi di balneazione, siano essi spiagge, laghi, fiumi o piscine.

Per questo motivo, durante il Corso di Bagnino di Salvataggio,

l'Istruttore SNS deve poter trasferire tutte le informazioni necessarie affinche l'allievo

giustamente motivato trasformerà la sua passione per le attivtà marinaresche in professionalità

e dedizione all'attività stessa.

Il Bagnino di Salvataggio, può fare molto per la Sicurezza degli altri, non solo dal punto di vista

professionale ma anche di aiuto concreto e di solidarietà, vivendo un'esperienza unica e

di apertura verso il prossimo.

I giovani sviluppano la loro crescita personale creandosi una mentalità di approccio attivo

nel volontariato di Protezione Civile, maturando soprattutto un senso di responasabilità

nei confronti dell'ambiente.

Il brevetto di Bagnino non offre soltanto una concreta possibilità di lavoro,

ma anche un importatnte servizio per la collettività.

Il BAGNINO DI SALVATAGGIO è un professionista del soccorso altamente

specializzato per attuare il servizio pubblico di sorveglianza e di salvataggio.

I corsi di formazione della SNS abilitano alla professione e preparono il B.d S.

alla gestione delle emergenze balneari.

Il B.d.S. è quindi in grado di:

- Organizzare e gestire emergenze balneari in qualsiasi condizione;

- Operare per la tutela dell'ambiente;

- Prevenire, promuovere, valorizzare, educare in tema di sicurezza balneare;

- Gestire i rapporti don le Capitanerie di Porto, 118, altre istituzioni, enti e associazioni

finalizzate alla sciurezza balneare.

 

Page 1 of 3

Condividi su

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Canali

Calendario

« December 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Visite

492684
Oggi
Questa settimana
Questo mese
90
551
1160

Chi è Online

We have 11 guests and no members online